Messaggio ai moralisti

Messaggio ai moralisti

Piccolo e umile messaggio rivolto ai moralisti indignati perché quelli come me, e questa volta siamo davvero tanti, piangono la morte di Maradona.Noi amiamo Maradona, il calciatore, il suo immenso talento, la sua classe eccelsa, il suo coraggio, la franchezza e la semplicità. Come tutti i geni rendeva semplici le cose difficili. I suoi compagni lo amavano e gli avversari lo rispettavanoL’uomo? Sì, è vero, ha commesso degli errori. E chi non ne commette? Voi moralisti indignati non ne commettete mai, vero? Gli errori Diego li ha pagati tutti, per intero.

Era un uomo buono e generoso, fiero delle sue origini, un uomo dalla schiena dritta. Amava la vita e si fidava, forse troppo, di tutti. Ha sicuramente sbagliato ma chi siamo noi per giudicarlo?Vi rivolgo una preghiera, sommessamente… per qualche giorno lasciateci piangere il nostro eroe morto, poi potrete tornare ad indignarvi e giudicare noi peccatori dall’alto della vostra sicurezza e della vostra tremenda ipocrisia. Verrà un giorno in cui useremo i vostri metodi e scopriremo chi siete veramente… allora sì che ne vedremmo delle belle.

Ma state tranquilli, per ora siamo occupati a piangere e dopo vi lasceremo in pace perché non vogliamo curiosare nella vostra specchiata esistenza, potremmo restare folgorati da tanta rettitudine e moralità. Javert almeno si è gettato nella Senna… voi?

Jean Valjean