Contro i cinici
Contro i cinici
“Il cinismo è l’ideale abbattuto, la parodia della bellezza fisica e morale, il delitto dello spirito, l’abbrutimento dell’immaginazione, ed io non potevo compiacermene. Vi era in me troppo entusiasmo per sguazzare in quelle lordure dell’intelligenza. La mia natura aveva le ali e i miei pericoli erano in alto, non in basso.”
(Alphonse de Lamartine)
Cinismo Diogene
Cinico deriva dal greco antico “kynikos” ossia “alla maniera del cane”. Insulto verso i primi cinici per il loro palese rifiuto dei costumi tradizionali della società e per la decisione di vivere in strada. Diogene, in particolare, era additato come il “Cane” per la sua abitudine di vivere dentro una botte. Lui ne era contento e diceva “gli altri cani mordono i loro nemici, io mordo i miei amici per salvarli”.
Confesso che provo sincera pena per i cinici. Li considero degli sfortunati vigliacchi, capaci di sporcare qualsiasi cosa pur di nascondere la loro codardia. Però alle tre di notte si svegliano all’improvviso, oppure non dormono proprio, e intuiscono la loro infinita miseria. In genere il cinico se la tira da scafato conoscitore di uomini e cose, nella realtà è un poveretto che non riesce ad apprezzare nulla per manifesta incapacità. Uno su tutti lo sciagurato, sfortunato, tutto sommato povero disgraziato, Cioran. Insonne, coltissimo, nichilista ai limiti della malvagità. Pericolosissimo per i giovani talentuosi e disgraziati che vedono in questo “idiota” un esempio da seguire. Nella migliore delle ipotesi i cinici sono idealisti delusi. Conoscono, come diceva qualcuno, il prezzo di tutto e il valore di nulla. È una forte tentazione per gli intelligenti ma va respinta. Canetti diceva che il cinismo è il movimento di massa del nostro tempo. Di sicuro ha a che fare con la delusione. Il cinico è un romantico deluso, vile ed incapace di affrontare la durezza dell’esistenza. Trovo volgare il cinico. In genere è uno spietato moralista alla Travaglio (nomen omen), uno che ha il sorriso amaro stampato sul volto triste. Un gufo triste sempre a caccia di vermi, mai di nobile selvaggina. Il cinismo si traveste da saggezza, ma è la cosa più lontana dalla saggezza.
cinismo Cioran
Non mi piace un mondo dove nichilismo, cinismo o stupidità sono le uniche alternative politiche del nostro tempo. Preferisco trasmettere ai giovani le parole di un grande attore triste “Le macchine che danno l’abbondanza ci hanno lasciati nel bisogno. La nostra sapienza ci ha reso cinici, l’intelligenza duri e spietati. Pensiamo troppo e sentiamo troppo poco. Più che macchine, l’uomo ha bisogno di umanità. Più che intelligenza, abbiamo bisogno di dolcezza e bontà. Senza queste doti la vita sarà violenta e tutto andrà perduto.”
(Charlie Chaplin)
Chaplin
Un maestro non può e non deve essere cinico. I cinici vanno allontanati dalle scuole. Un ignorante può diventare colto, un cinico resterà per sempre una nullità incapace di offrire qualcosa agli altri. Preferisco passare per stupido che essere cinico. Ho pagato prezzi altissimi per questa mia posizione… ne vale la pena.
J.V.