Poche e irritate precisazioni su Leonardo

Poche e irritate precisazioni su Leonardo 


Su Leonardo da Vinci credo che la Rai abbia davvero toccato il fondo. Ora basta. Un conto è il romanzesco, un altro la completa banalizzazione, stortura e manipolazione storica. Di fronte ad un tale personaggio si esige un minimo di rispetto della verità storica. Un minimo, ripeto… un minimo. Del resto cosa aspettarsi ormai quando si mettono in discussione i classici, lo studio severo, il linguaggio appropriato e si contrabbanda per creatività qualsiasi stupidaggine… Paghiamo anni di indecenza, di benignate, di offese a Dante e alla Cultura, di idiozie spacciate per libera espressione culturale, di scuola come mamma persino all’università. Omero, Dante e Shakespeare razzisti. Lo dice la vicepresidentessa americana… tra gli altri. Bene, è quello che ci meritiamo perché non siamo stati in grado di combattere contro queste cazzate al momento giusto.


PS. Dante lo legge bene Sermonti, poi Gassman (quello vero, non il delatore incapace). Benigni no, proprio no. 
J.V.