Die Sünde (Il peccato) di Franz von Stuck

Die Sünde (Il peccato) di Franz von Stuck, 1893, 124,5×95,5 cm, tela con cornice dorata, Neue Pinakothek di Monaco.Rappresentazione assai intrigante di Eva con serpente avvolto sulle spalle. Pelle bianca della donna, lunghi capelli scuri, sfondo nero, cornice dorata massiccia. Un incubo, una presenza demoniaca, il non essere come assenza di bene. Donna e serpente sono un’unica figura. Sguardi terribili di Eva e del Serpente, minacciosi, misteriosi, malvagi. Opera macabra e sensuale ad un tempo evocante atmosfere proibite e pericolose. Freud e Munch riferimenti obbligati. Il Moderno irrompe nella sacralità biblica cara a Von Stuck. Eva non è vittima ma provocatrice, femme fatale e complice del Serpente. Dipinto provocatorio, fortemente erotico,  che induce in tentazione qualsiasi Adamo. Trionfo del Simbolismo ispirato ad Arnold Böcklin. Jugendstil. Kandinskij, Klee e Albers ispirati da von Stuck…J.V.