Contro il cinismo giustizialista

Contro il cinismo giustizialista 


“Per il bene la stupidità è un nemico più pericoloso della malvagità. Contro il male è possibile protestare, ci si può compromettere, in caso di necessità è possibile opporsi con la forza; il male porta sempre con sé il germe dell’autodissoluzione, perché dietro di sé nell’uomo lascia almeno un senso di malessere. Ma contro la stupidità non abbiamo difese.”(Dietrich Bonhoeffer) 


Dietrich Bonhoeffer viene impiccato per ordine di Hitler nel campo di concentramento di Flossenbürg all’alba del 9 aprile 1945, pochi giorni prima della fine della guerra. 
Rivolgo volutamente queste parole ai cinici che pensano di essere intelligenti e provocatori lucrando sulle tragedie umane. Sono soltanto immensi imbecilli, tronfi e pieni di sé, incuranti del male e del dolore che provocano pur di vendere qualche copia di giornale, ottenere uno spettatore in più o una piccola pelosa rendita di posizione. In genere sorridono come iene e vorrebbero un mondo pieno di galere e manette, sono fomentatori di gogne mediatiche e abili pifferai in grado di eccitare i bassi istinti della popolazione più debole ed ignorante. I cinici di questa pasta meritano soltanto disprezzo. Chiunque scambi il cinismo e la mancanza di umana compassione per intelligenza è soltanto un povero stupido. Chi approfitta dell’ignoranza delle persone fragili è un criminale della peggiore specie. I benefattori dell’umanità sono coloro che condividono il proprio sapere e lo mettono a disposizione della collettività.I cinici pensano di saperla lunga ed invece non sanno nulla. Non capiscono che soltanto la compassione e la solidarietà possono migliorare la condizione umana… ed anche la loro squallida esistenza.

J.V.